TOP & FLOP + PAGELLE | Spinazzola e Pellegrini, errori imperdonabili. Dzeko lotta oltre le sue possibilità: Roma sterile, Atalanta a +6

TOP & FLOP + PAGELLE | Spinazzola e Pellegrini, errori imperdonabili. Dzeko lotta oltre le sue possibilità: Roma sterile, Atalanta a +6

La Roma esce sconfitta per 2-1 dalla Gewiss Arena di Bergamo dopo aver giocato un buon primo tempo, terminato in vantaggio per 0-1 con gol di Dzeko. Gli errori individuali e un’Atalanta più battagliera dei giallorossi nei secondi 45′ regalano la quinta sconfitta in sei gare di campionato dall’inizio del 2020. Ora i punti che dividono i giallorossi dai bergamaschi sono tristemente 6. Quelli di Fonseca non sono completamente da buttare e l’Atalanta domina solo i primi 15′ della ripresa, quanto basta comunque per avere ragione di una squadra sterile che non calcia una sola volta in porta in 90′ più recupero.

Pau Lopez 6 – Prende due gol da completo incolpevole, salvando bene su Gomez al 9′. Non comunica la stessa sicurezza di qualche tempo fa, ma stavolta è davvero impossibile addossargli colpe. IMPALLINATO

Bruno Peres 6 – È molto più volitivo del Santon visto negli ultimi tempi anche se manca clamorosamente il rinvio sull’occasione poi creata dal nulla dal destro di Pasalic. Non sfigura nonostante i nerazzurri abbiano il proprio punto di forza proprio nelle fasce. CORAGGIOSO MA ARRUFFONE

TOP | Smalling 6,5 – È nettamente il migliore in campo della Roma, marcando alla grande Zapata e annullando gli scatti in avanti degli avversari con un fisico sempre ben posizionato. Soffre una sconfitta dove di negativo fa davvero poco. FISICATO

Fazio 5,5 – Troppo lento per reggere i ritmi alti per 90′, prova anche l’assalto alabarda alla mano nell’area avversaria. Non commette molti errori ma dà eternamente la sensazione di essere in pericolo quando puntato. L’Atalanta non crea moltissimo, lui non arriva comunque alla sufficienza. PIANTATO

FLOP | Spinazzola 5 – La giocata che rianima quelli di Gasperini non è di Palomino, bensì la sua, che non marca l’uomo sul secondo palo e si fa sbucare alle spalle Palomino (non Trezeguet, per intenderci). DORMIGLIONE

Mancini 5,5 – Bene nel primo tempo, preso in mezzo nel secondo. Viene giustamente sostituito da ammonito, quando non dà più la sensazione di dare equilibrio tra le linee in difesa. FA MENO DANNI DEL SOLITO (dal 68′ Veretout 6 – Cerca geometrie dove non ci sono più sbocchi, dato che l’Atalanta finisce fisicamente in crescendo. Va ritrovato dal 1′ il prima possibile, in modo che Fonseca possa riavere il titolare che puliva palloni su palloni fino a due mesi fa. IN CORSO D’OPERA).

Mkhitaryan 5,5 – Primo tempo fatto di tocchi intelligenti e posizionamenti carismatici. Nella ripresa invece si adombra, fisicamente e tecnicamente, mostrando fiatone e idee confuse. BOMBOLA FISSA

Kluivert 6 – Sostituito dopo l’ora di gioco appena l’Atalanta fa 2-1, all’interno di una delle prestazioni più incoraggianti della stagione. Chi entra al suo posto fa sicuramente peggio. SGUSCIANTE (dal 62′ C.Perez 5,5 – Continua a non far vedere d’essere un giocatore venuto dal Barcellona. Individualista, sbaglia moltissimo anche su stop e giocate semplici per un giocatore (?) delle sue capacità. BANDOLERO STOLTO).

Pellegrini 5 – Ha sulla coscienza tante transizioni sbagliate, compresa quella che regala da fallo laterale la palla in area a Pasalic per il 2-1. Dall’inizio del 2020 è tutto un altro Pellegrini e di conseguenza è tutta un’altra Roma. IMPRECISO ALL’INVEROSIMILE

Perotti 6 – È un peccato che non regga il ritmo per 90′ e debba essere sempre sostituito a una manciata di minuti dalla fine. Nel primo tempo offre iniziative interessanti, anche se spesso non sa con chi dialogare. MALE ACCOMPAGNATO (dal 78′ Villar s.v. – 12 minuti sono pochi per prendersi il voto, anche se partecipa allo sterile assalto finale con coraggio).

Dzeko 6,5 – Partita di grande spessore nei primi 45′ finché i polmoni e le ali reggono a dare un senso al grande lavoro sporco. Tira una volta verso la porta e fa un gol, essendo rapace in pressing sulla scempiaggine di Palomino. Qualora la Roma fosse tornata con dei punti da Bergamo avrebbe anche meritato di più. PIÙ SOLO DI COSÌ NON SI PUÒ

Fonseca 6 – La media tra il 7 del primo tempo e il 5 della ripresa. Ci sta perdere a Bergamo, anche se la rimonta è cocente per come è arrivata. Non ci sta portare a casa un ruolino orripilante sotto il profilo dei risultati nel 2020 L’Atalanta scava un fossato di 6 punti che, date queste premesse, sarà difficilmente colmabile. Non concede troppo all’Atalanta, ma i giallorossi non tirano mai in porta e Gollini prende gol solo su follia di Palomino. I CONTI NON TORNANO