CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Prof. Di Perri (Responsabile Malattie Infettive Amedeo Savoia Torino): “Dobbiamo fare attenzione ad impedire la circolazione del virus”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Prof. Di Perri (Responsabile Malattie Infettive Amedeo Savoia Torino): “Dobbiamo fare attenzione ad impedire la circolazione del virus”

Il Podcast dell’intervento del Prof. Giovanni Di Perri, Responsabile Malattie infettive dell’Amedeo di Savoia di Torino, (14-03-2020) ai microfoni di Centro Suono Sport all’interno del programma 1927 – La Storia Continua

“L’osservatorio di Codogno e quello di  Vo’ Euganeo oggi hanno dato dei numeri positivi, la trasmissione sembrerebbe quasi interrotta e questo deve darci fiducia per il futuro delle altre zone colpite. Il periodo è delicato e bisogna fare attenzione ad impedire la circolazione del virus. Nelle regioni del centro-sud le misure drastiche sono arrivate prima del boom di contagi e la speranza è che si possa evitare la criticità che si sta vivendo al nord in questi giorni.

Stiamo iniziando a leggere adesso i primi risultati sui farmaci, la malattia è una polmonite virale e per questo necessità del supporto ospedaliero. Si ritiene che la gran parte del danno non sia da attribuire al virus quanto alla reazione immunitaria del corpo umano, il Tocilizumab sembrerebbe attenuare infatti questo tipo di risposta corporea. Per capire realmente la portata degli eventuali effetti benefici però ci vorrà ancora molto tempo. Visti i pochi dati a disposizione è facile attribuire le guarigioni a cause sbagliate, è necessario uno studio approfondito delle casistiche. La mascherina aiuta chi per esigenze è costretto ad interfacciarsi con altre persone.

Non possiamo sapere quale sarà il futuro di questa pandemia, sicuramente non sarà l’ultimo coronavirus che incontreremo ed è quindi necessario lavorare ad un vaccino. Il personale cinese arrivato in Italia si è meravigliato di quante persone ci fossero ancora per le strade di Roma. Al momento la mortalità è al 6,7% in Italia, il numero più alto mai registrato, ma andrebbero però considerati i tanti asintomatici che non sono sotto osservazione”.

ASCOLTA L’INTERVENTO INTEGRALE!