CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Giannini: “Il mio rapporto con Liedholm, i grandi campioni, lo Scudetto”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Giannini: “Il mio rapporto con Liedholm, i grandi campioni, lo Scudetto”

Il Podcast dell’intervento di Giuseppe Giannini (16-03-2020) ai microfoni di Centro Suono Sport all’interno del programma 1927 – La Storia Continua

Il rapporto con Liedholm è sempre stato ottimo, vedeva che ero concentrato in allenamento e che fuori dal campo avevo un buon rapporto con tutti. Quando un giovane di ottime prospettive si allena con grandi campioni è normale che questi lo prendano sotto la loro custodia, spesso Conti, Falcao e anche Chierico mi chiamavano per fare le esercitazioni con loro.

Il Barone mi chiamava “Iannini” perché aveva problemi a pronunciare la “G”. Sapeva tutto quello che facevano i calciatori anche fuori dal campo, riusciva a leggere tra le righe comportamenti ed espressioni. Liedholm faceva sentire tutti coinvolti, aveva un rapporto molto diretto con la squadra ma ci lasciava abbastanza liberi fuori dal campo. Terminato l’allenamento spesso restava in campo con i giocatori, ricordo che calciava meglio di noi e questo ti portava a dare un peso diverso alle sue indicazioni perché acquisiva ancora più credibilità, specie agli occhi dei più giovani.

Ci raccontava degli aneddoti incredibili, era veramente un personaggio unico. Quando parlava alla squadra riusciva a cogliere le sfumature del momento, le sensazioni, trasmetteva sicurezza tenendo però sempre alta l’attenzione. Nell’anno dello Scudetto già da ottobre ci diceva che avremmo potuto vincerlo. Liedholm è stato certamente un grande gestore, ma anche un assoluto innovatore da un punto di vista tattico”.

ASCOLTA L’INTERVENTO INTEGRALE!