CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Graziani: “Lo Scudetto sfiorato con la Fiorentina e le lusinghe del Napoli”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Graziani: “Lo Scudetto sfiorato con la Fiorentina e le lusinghe del Napoli”

Il Podcast dell’intervento di Ciccio Graziani (20-03-2020) ai microfoni di Centro Suono Sport all’interno del programma 1927 – La Storia Continua

“Nel 1980 mi voleva acquistare lo Stoccarda, sarei stato il primo italiano a giocare all’estero. Andai in Germania a vedere le strutture ma all’epoca non c’era la possibilità di trasferirsi liberamente e le due società non trovarono un accordo. Lo Stoccarda avrebbe fatto ricorso al tribunale sportivo per pagare una clausola molto più bassa rispetto al mio valore di mercato ma c’era il rischio di una squalifica di sei mesi. Mi chiamò anche Bearzot per dirmi che avrei potuto perdere la Nazionale. Il Presidente del Torino allora mi chiese di restare un altro anno con la promessa che mi avrebbe ceduto la stagione successiva.

Nel 1981 si fecero avanti Fiorentina, Milan e Napoli. I viola avevano già l’accordo con la società e in un’ora mi accordai anche io, De Sisti mi voleva fortemente e mi dissero che avrebbero voluto prendere anche Pecci. Poco dopo mi contattò il Presidente Ferlaino per portarmi al Napoli, l’offerta era incredibile perché avrebbe aggiunto un premio di cento milioni alla firma. Dal momento che ero già in parola con la Fiorentina mi sbrigai a firmare con loro prima di cambiare idea. Come riconoscimento per la lealtà a fine stagione la famiglia Pontello mi regalò venti milioni. Quell’anno sfiorammo lo Scudetto, purtroppo ci furono degli arbitraggi controversi anche se il rammarico più grande fu l’infortunio di Antognoni”.

ASCOLTA L’INTERVENTO INTEGRALE!