CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Giannini: “La libertà con Boskov, Caniggia, Mihajlovic e la Roma di Ciarrapico”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Giannini: “La libertà con Boskov, Caniggia, Mihajlovic e la Roma di Ciarrapico”

Il Podcast dell’intervento di Giuseppe Giannini (26-03-2020) ai microfoni di Centro Suono Sport all’interno del programma 1927 – La Storia Continua

“Nel 1992 dalla Sampdoria arrivò Boskov e portò una ventata d’aria fresca ed entusiasmo. In ritiro ci divise in gruppi per fascia d’età, io e gli altri senatori finimmo con i portieri. Mi trovavo molto bene con Boskov perché mi lasciava giocare liberamente per il campo ed è stata un’ottima stagione.

Avevamo una buona squadra ma con molti solisti, uno dei problemi della Roma è sempre stato il non riuscire a trattenere i giocatori nel momento della piena maturità. Caniggia era molto particolare, appena terminato l’allenamento era il primo ad uscire dal centro sportivo. Aveva pochissimi muscoli ma è stato il calciatore più veloce con il quale ho giocato. Mihajlovic aveva 23 anni quando è stato acquistato, era fortissimo ma ogni tanto perdeva la testa. Gli anni trascorsi qui lo hanno fatto maturare molto.

Quella era la Roma di Ciarrapico: il Presidente conosceva solo me, Carnevale e Cervone, all’inizio fece molta fatica e dovette affidarsi ad altre persone. La notizia del suo arresto ci arrivò mentre eravamo in albergo, ci dissero di stare tranquilli”.

ASCOLTA L’INTERVENTO INTEGRALE!