ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Sen. Daniela Sbrollini (Italia Viva): “L’informazione dev’essere tutelata. Gli ammortizzatori sociali? Senza, il settore ne risentirà pesantemente”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Sen. Daniela Sbrollini (Italia Viva): “L’informazione dev’essere tutelata. Gli ammortizzatori sociali? Senza, il settore ne risentirà pesantemente”

La senatrice di Italia Viva, Daniela Sbrollini, è intervenuta ai microfoni di Centro Suono Sport all’interno della trasmissione “Io sto con Centro Suono Sport”, queste le sue parole:

Senatrice, ci spiega la Sua iniziativa?
“E’ nata prevalentemente da due esigenze. Sono stata contattata da diverse emittenti di radio e tv che stanno sopravvivendo con grandi difficoltà. L’informazione è fondamentale e, maggiormente risulta vicina al territorio, più dà un servizio per i cittadini. In un momento di emergenza come questo, in cui dobbiamo stare a casa, vogliamo essere informati soprattutto sul nostro territorio. Si tratta di un’informazione capillare e continua che si rivolge a tutte le generazioni. Per un decreto importante come il “Cura Italia”, ho trovato grande disponibilità dal mio gruppo parlamentare per garantire il servizio locale e territoriale attraverso un emendamento che possa mettere in sicurezza tutti gli operatori del settore e fare in modo che ci sia un fondo di emergenza che copra finanziariamente i mancati introiti attuali. Il settore senza ammortizzatori sociali rischia di chiudere e bisogna fare immediatamente qualcosa”.

Quali saranno i tempi di attuazione?
“Chiaro che non ci sono ancora certezze sulla fine dell’emergenza, ma come sottolineato da Mario Draghi è necessario immettere liquidità. Il Cura Italia avrà tempi brevi e sarà in aula nelle prossime settimane. Servirà snellire il più possibile l’iter e puntiamo ad avere 250 miliardi di euro subito: sia per pensare all’emergenza, sia per iniziare a pianificare il dopo, quando molte aziende avranno difficoltà a riaprire. Abbiamo bisogno di questi soldi per tutelare gli operatori, farlo fin da subito significa non lasciare indietro nessuno”.

Ci può dire qualcosa in più sull’emendamento?
“Oggi, abbiamo depositato gli emendamenti: saranno elaborati per andare in Commissione Bilancio, poi l’iter sarà celere e, successivamente, si andrà in aula. Per velocizzare abbiamo limitato i numeri degli emendamenti, ma non posso entrare maggiormente nel dettaglio perché sarebbe troppo tecnico. Tuttavia, nel caso non dovessero esserci le necessarie coperture, gli emendamenti verranno ripresentati in seguito. Quasi sicuramente ad aprile”.