CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Pasqualin: “Mi auguro che si torni a giocare il prima possibile, le parole di Tommasi sono state molto dure”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Pasqualin: “Mi auguro che si torni a giocare il prima possibile, le parole di Tommasi sono state molto dure”

Il Podcast dell’intervento di Claudio Pasqualin, avvocato e procuratore sportivo, (08-04-2020) ai microfoni di Centro Suono Sport all’interno del programma 1927 – La Storia Continua

“Appena gli scienziati daranno rassicurazioni sulle condizioni sanitarie e l’approvazione alla “fase due” mi auguro che si torni a giocare il prima possibile. Ho voglia di vedere nuovamente le partite e sebbene a porte chiuse il sapore non sarà lo stesso è comunque preferibile rispetto al nulla attuale. Mi sento portavoce del sistema calcio e sono contento che Gravina la pensi come me.

Probabilmente si andrà oltre il termine del 30 giugno e questo creerà diverse complicanze che dovranno essere affrontate da un punto di vista giuridico. In questo periodo è normale parlare di sacrifici perché sono necessari da parte di tutti però ci sarebbe da discutere sulla loro consistenza. Le parole di Tommasi sono state molto dure, solitamente in una trattativa sindacale si dovrebbe tenere conto anche del pensiero dell’opinione pubblica. Se non si trovasse un accordo collettivo il peso della decisione sarebbe sulle spalle delle singole società che dovrebbero negoziare accordi singolarmente aumentando ulteriormente il potere dei procuratori.

Al termine di questa crisi il peso economico dei grandi club rimarrà tale anche se le cifre si ridurranno per tutti, il vero problema sarà il fallimento delle società minori perché il sistema calcio, soprattutto in Italia, è davvero in bilico. Non sono d’accordo con l’apertura del calciomercato fino a dicembre perché produrrebbe effetti imprevisti nelle logiche interne alle squadre”.

ASCOLTA L’INTERVENTO INTEGRALE!