CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Prof. Di Perri (Responsabile Malattie Infettive Amedeo Savoia Torino): “Si potrebbe avere un vaccino già da questo autunno”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Prof. Di Perri (Responsabile Malattie Infettive Amedeo Savoia Torino): “Si potrebbe avere un vaccino già da questo autunno”

Il Podcast dell’intervento del Prof. Giovanni Di Perri, Responsabile Malattie infettive dell’Amedeo di Savoia di Torino, (08-04-2020) ai microfoni di Centro Suono Sport all’interno del programma 1927 – La Storia Continua

È complicato analizzare i numeri giornalieri della Protezione Civile perché i dati forniti dalle regioni sono molto eterogenei però possiamo dire che c’è un miglioramento generale che comprende anche il numero effettivo dei decessi. Si vedono gli effetti delle misure restrittive, la speranza è che questi possano prodursi con maggiori benefici nelle regioni in cui ci si è mossi in anticipo.

Studiando i paesi dell’Asia possiamo dire che il virus è molto tenace e questo richiederà tempo. Probabilmente si riprenderà ad uscire senza aver debellato completamente il covid, saranno necessarie misure di protezione che il Governo avrà il compito di scegliere e applicare. Considerando i progressi delle ricerche mediche penso che sia possibile l’inizio di una vaccinazione su larga scala già da questo autunno. Per combattere questo virus basterebbe un vaccino di media efficacia.

Al momento è complesso parlare di tamponi perché c’è una corsa mondiale, a breve le cose miglioreranno. Il test sierologico è più rapido e costa meno, potrebbe aiutare a fare un primo screening della popolazione. Anche se riuscissimo a trovare un vaccino in breve tempo prima di tornare ai grandi assembramenti passerà molto, ad essere ottimisti non prima dell’ultimo trimestre dell’anno.

La ripresa dell’attività sportiva, intesa come allenamento, è un qualcosa di definibile perché coinvolge un numero più o meno ristretto di individui da tenere sotto stretta osservazione. Servirà un’analisi approfondita e un controllo capillare di tutti i soggetti in causa, della loro vita privata, dei loro contatti e dei loro spostamenti che, per quanto complesso, è comunque fattibile. Una strategia molto simile sarà sicuramente applicata in molte aziende che dovranno necessariamente ripartire. Non possiamo però assolutamente pensare a partite con il pubblico”.

ASCOLTA L’INTERVENTO INTEGRALE!