ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Avv. Mario Stagliano (ex vice capo Ufficio Indagini FIGC): “Sulla vicenda Diawara credo sarà 3-0 a tavolino”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Avv. Mario Stagliano (ex vice capo Ufficio Indagini FIGC): “Sulla vicenda Diawara credo sarà 3-0 a tavolino”

L’avvocato Mario Stagliano, esperto di diritto sportivo, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 durante la trasmissione “Borderò”. Queste le sue parole:

Che cos’è cambiato con il nuovo regolamento e qual è stato l’errore?
“Nel 2018 sono cambiate le normative e gli over 18 sono diventati come gli over 22, in più è diventato obbligatorio comunicare il numero delle maglie dei giocatori. L’errore è stato indicare Diawara, classe 1997, come calciatore bisognoso di maglia compreso nella lista B, quando in realtà andava inserito negli over 22 e presentato come calciatore da utilizzare”.

Ora, che cosa succederà tecnicamente?
“Ci saranno sicuramenti problemi. Con la giustizia sportiva può succedere tutto e il contrario di tutto, fare una previsione è molto difficile. Non so cosa sia accaduto precisamente nella Lega o nel club, ma posso dirvi che andrebbero confrontate subito le due liste. Tecnicamente adesso si dovrebbe assegnare il 3–0 a tavolino”.

Ma in questo caso l’Hellas Verona non avrebbe dovuto presentare il ricorso entro le 24h dalla gara?
“No, perché non è un problema di regolarità di partecipazione del giocatore. È come se fosse un calciatore non tesserato”.

In finale: ,on aver dato vantaggi concreti alla Roma, può essere motivo di difesa?
“Non lo so dire, mi pare l’unica difesa possibile. Che la Roma non ha tratto beneficio da questa storia è sicuro, ma io credo che un errore del genere neanche in seconda categoria.
Domani (oggi, ndr) ci sarà il provvedimento e possono riservarsi 2 – 3 giorni per il provvedimento di primo grado. Dopo, la Roma ha un massimo di 7 giorni per impugnare il provvedimento e in 15 giorni si finirà davanti la Corte d’Appello”.

REDAZIONE