ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Manuel Gerolin: “La Roma dovrà ripartire da un Direttore Sportivo e da una struttura importante. Se arrivasse una chiamata tornerei di corsa”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Manuel Gerolin: “La Roma dovrà ripartire da un Direttore Sportivo e da una struttura importante. Se arrivasse una chiamata tornerei di corsa”

Manuel Gerolin, direttore sportivo ed ex calciatore di Udinese e Roma, è intervenuto così sulle frequenze di Centro Suono Sport nella trasmissione “Crossover“. Queste le sue parole:

Un giudizio sul calciomercato e su queste prime giornate di Serie A
“Il calciomercato ha permesso a molte squadre di rinforzarsi, Napoli e Inter su tutte. La Juventus dovrà fare attenzione per lo Scudetto. L’Atalanta è una certezza ormai ma anche la Roma è cresciuta. Uno dei colpi più importanti lo ha fatto il Napoli: Osimhen è fortissimo, un giocatore completo”.
Mercato difficile anche per il cambio di proprietà, come si è mossa la Roma?
“Nonostante i conti non facciano sorridere la nuova proprietà, la Roma si è mossa bene. È tornato Smalling, col quale avevano forse già l’accordo prima, visto che si è arrivati all’ultimo minuto del mercato per farlo tornare. Mayoral è un buon giocatore, così come Kumbulla. È stato un buon mercato considerando le difficoltà del momento”.
Da quali figure dovrà ripartire la Roma per costruire un progetto pluriennale?
“Considerando la condizione di partenza Guido Fienga ha fatto un buon lavoro. La Roma dovrà intanto partire da un Direttore Sportivo per poter creare una struttura in grado di programmare nel tempo individuando i calciatori in anticipo. Oltre ai ricavi commerciali le plusvalenze restano una delle principali fonti di introiti”.
 
È stato un mercato complicato per tutte le squadre. Secondo lei quale si è rinforzata di più?
“Causa Covid, in questo mercato sono mancate risorse a tutta Europa, colpi clamoroso non ce ne sono stati, abbiamo avuto soprattutto scambi e giocatori a parametro zero. La Serie A resta importante, sono tornati giocatori che conoscevamo, tipo Vidal, ci sono stati altri ritorni, resta un campionato importante. La squadra che si è mossa meglio per me è stata il Napoli, con Osimhen ha messo dentro qualcosa di molto interessante, e poi gioca bene”.
La Roma è ancora senza Direttore Sportivo, se arrivasse una chiamata?
“Alla Roma serve una struttura importante, un gruppo di lavoro. Se arrivasse una chiamata verrei di corsa. La base di partenza è ottima, la squadra è giovane e l’organico è molto interessante. Il reparto offensivo è quello che andrà cambiato maggiormente nei prossimi anni perché serviranno calciatori giovani”.
Qual è l’obiettivo stagionale di Roma e Udinese?
La Roma deve entrare in Champions, per avere risorse e migliorare anno dopo anno la rosa. L’Udinese deve salvarsi il prima possibile, cercare di valorizzare i propri calciatori e poi venderli, cosa che ha sempre fatto benissimo.
ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO!