ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Nicola Tolomei (direttore marketing Virtus Roma): “Sponsorizzare la Virtus significa promuovere l’intera città”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Nicola Tolomei (direttore marketing Virtus Roma): “Sponsorizzare la Virtus significa promuovere l’intera città”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Nicola Tolomei (direttore marketing Virtus Roma): “Sponsorizzare la Virtus significa promuovere l’intera città”

Il direttore marketing della Virtus Roma, Nicola Tolomei, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 durante la trasmissione “Borderò”, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 20 alle 22.

Queste le sue parole:

Com’è la situazione economica generale della pallacanestro?

“Il nostro è uno sport strettamente legato al territorio, difficilmente si riesce ad allargare il bacino d’utenza dei tifosi. Inoltre, non abbiamo introiti rilevanti che derivino dai diritti televisivi. Oggi, causa Covid-19, non riusciamo a incassare più neanche il guadagno che arrivava dal botteghino. Altri sport, invece, vengono privilegiati e questo è sintomo di una disuguaglianza antiliberale: siamo al limite. La pallacanestro e il calcio, comunque, sono complementari. Il basket non deve essere un’alternativa: mi piace pensare che ci si possa appassionare ad entrambi”.

A che punto è la trattativa per la vendita del club?

“Abbiamo dichiarato apertamente di voler cedere la società, per metterla in mani sicure. Al momento non è arrivata la proposta che ci aspettavamo. Ci sono contatti in corso e aspettiamo risposte, ma l’importante è riuscire a garantire lustro alla nostra città. Roma può e deve essere la principale attrazione per il nostro brand.”

Quanto manca per ottenere un main sponsor sulla maglia?

“La canottiera, al momento, è dolorosamente vuota. Non abbiamo avuto il tempo di andare sul mercato e ci sono svariate trattative in corso per raggiungere l’obiettivo. Sponsorizzare la Virtus significa promuovere l’intera città. Perciò, cerchiamo qualcuno che voglia valorizzare tale aspetto”.

Che cos’è successo con Acea?

“Avrebbe dovuto e dovrebbe avere a cuore la nostra situazione. Sinceramente ci aspettavamo più, tuttavia la possibilità non è tramontata. Ci speriamo ancora”.

Dopo l’infortunio di Chris Evans tornerete sul mercato?

“Bisognerà necessariamente comprare qualcuno. Un giocatore ci serve, ma bisogna prima risolvere il contratto con Chris. Al momento, comunque, non rientra nelle nostre possibilità aumentare il monte ingaggi”.

LA REDAZIONE