ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Marco Palvetti (attore): “Marco Pantani è stato risucchiato dalla nostra società. Spero di avergli reso onore”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Marco Palvetti (attore): “Marco Pantani è stato risucchiato dalla nostra società. Spero di avergli reso onore”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Marco Palvetti (attore): “Marco Pantani è stato risucchiato dalla nostra società. Spero di avergli reso onore”

L’attore Marco Palvetti, in vista dell’uscita del film “Il caso Pantani: l’omicidio di un campione”, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 durante la trasmissione “Borderò”. Queste le sue parole:

 

Come sta vivendo il mondo del cinema la situazione Covid?
“Penso che questa pandemia vada, in qualche modo, intesa come una possibilità. Una possibilità di iniziare un graduale cambiamento e cominciare a capire quali sono le cose realmente importanti nella vita.”

Su quale aspetto di Marco Pantani si è focalizzato maggiormente per l’interpretazione?
“Da Madonna di Campiglio sino al momento della sua morte, la storia di Marco è stata divisa in 3 fasi. Ritengo che per entrare in un personaggio come questo bisogna innanzitutto riuscire a calarsi nella realtà a lui più vicina. Ho scelto, dunque, di avvicinarmi all’atmosfera della sua Romagna e di avere un confronto diretto con i suoi cari.”

Che cosa ha provato quando le è stato offerto un ruolo come questo?
“Oggi è davvero difficile fare l’attore e soprattutto in un caso come questo si hanno enormi responsabilità civili. Con l’avanzare delle riprese ho preso sempre più coscienza della straordinaria importanza del personaggio che stavo interpretando. Spero solo di aver reso onore ad una personalità così illustre.”

Com’è cambiata la sua visione del personaggio attraverso le riprese?
“Inizialmente la mia visione di Pantani era condizionata da ciò che i mass media avevano trasferito a tutti noi nel corso degli anni. Addentrandomi poi nelle riprese sono arrivato a mitizzare l’uomo, ancor prima del ciclista. Marco mi ha insegnato a non mollare mai, a rialzarmi sempre dopo una sconfitta.”

Sarà mai fatta giustizia?
“Bisognerà cambiare il nostro modo di approcciare alle cose. Quando la gente non si limiterà più alle apparenze ma deciderà di informarsi e approfondire, quando le persone cominceranno ad aprire gli occhi, allora potrà esserci giustizia per Pantani. Neanche il cinema di oggi può, da solo, contribuire a questa grande missione.”

REDAZIONE