ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Luigi Garzya: “La Roma deve ambire ad un posto Champions, Dzeko è destinato a chiudere la carriera in giallorosso”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Luigi Garzya: “La Roma deve ambire ad un posto Champions, Dzeko è destinato a chiudere la carriera in giallorosso”

Luigi Garzya, ex calciatore della Roma, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport nella trasmissione “Crossover“. Queste le sue parole:

Che Dzeko ritroverà la Roma?

“Il bosniaco è un grandissimo professionista, lui e la sua famiglia amano questa città. Il trasferimento non si è concretizzato e Dzeko probabilmente chiuderà la carriera in giallorosso”.

Tre centrali giovani a disposizione più Smalling, quale potrebbe essere il terzetto titolare, ammesso ne esista uno?

“Non esiste una linea difensiva più forte dell’altra, parliamo di giocatori quasi sullo stesso livello. Per fortuna, a differenza del passato, la Roma ha giovani forti. E poi c’è stata la ciliegina sulla torta del ritorno di Smalling che non mi sarei aspettato, è un valore aggiunto, ha molta esperienza”.

Come valuti l’acquisto di Kumbulla?

“Lo scorso anno è stato uno dei giovani più interessanti. Lavorare con Juric per un giovane difensore è positivo perché lavora molto sulla marcatura che è un’abilità che i difensori stanno perdendo. Sono convinto che farà molto bene, è un ragazzo serio e maturo”.

Che stagione ti aspetti da Pellegrini?

Pellegrini per me è il classico giocatore che vorrebbero tutti gli allenatori, fa bene dappertutto. Non mi preoccupo per le sue prestazioni, perché nell’arco del campionato ha quasi sempre giocato bene. Non esiste giocatore al mondo che fa 38 partite allo stesso livello. Per me è garanzia, ha un rendimento costante, manca qualche gol ma bisogna metterlo anche nelle condizioni, spesso ha giocato anche fuori ruolo.

Visto il mercato della Roma e delle rivali quale pensi debba essere l’obiettivo dei giallorossi?

“La Roma dovrà puntare ad un posto Champions, le rivali si sono rinforzate ma i giallorossi dovranno provare a fare qualcosa in più dello scorso anno. La scorsa stagione ha detto chiaramente che le prime quattro erano più forti, spero che quest’anno possa essere diverso”.

Un giudizio su Fonseca?

“Secondo me è un ottimo allenatore, viene da un mondo calcistico diverso e si è adattato alla grande. È molto intelligente perché lo scorso anno ha capito che doveva cambiare. In Italia, soprattutto a Roma, servono subito i risultati ma non è facile, ci sono dei progetti da portare avanti, vincere è difficilissimo. Ha dimostrato di essere bravo, quando vedo la Roma mi diverto”.

 

ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO!