ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Claudio Di Berardino (assessore regionale Scuola): “Il bilancio di questo primo mese è positivo ma serve accortezza. Lavoriamo in sinergia con le ASL di riferimento”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Claudio Di Berardino (assessore regionale Scuola): “Il bilancio di questo primo mese è positivo ma serve accortezza. Lavoriamo in sinergia con le ASL di riferimento”

Il Podcast dell’intervento di Claudio Di Berardino, Assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio, intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 all’interno del programma “Crossover“.

Qual è il quadro complessivo per quanto riguarda la Regione Lazio ad un mese della riapertura delle scuole?

“Le scuole sono ripartite con la condivisione degli studenti che volevano tornare presso gli istituti e incontrare di nuovo gli altri alunni. C’è stata collaborazione tra presidi, insegnanti e personale Ata nell’accogliere i ragazzi in sicurezza. La situazione delle ultime ore coinvolge anche la scuola ma come abbiamo ribadito con l’Assessore alla Sanità D’amato l’infezione nelle scuole arriva, ma i luoghi sono abbastanza sicuri. Il tema vero è l’infezione dalla scuola all’esterno. Il bilancio è positivo bisogna proseguire con accortezza. L’appello è alla responsabilità e ai comportamenti individuali di ciascuno”.

Con il nuovo DPCM cambierà qualcosa? Qual è l’iter in caso di positività di un alunno o di un insegnante?

“In ogni scuola c’è una figura di riferimento e una stanza attrezzata, c’è un rapporto diretto con le ASL che hanno dedicato un gruppo di supporto specifico e stiamo lavorando molto bene in sinergia. Vedremo se con il nuovo DPCM cambierà qualcosa. In caso di positività viene avvisata la famiglia del soggetto e l’ASL di competenza deciderà a seconda della situazione i provvedimenti da prendere”.

Si stanno studiando soluzioni a livello regionale per intensificare la didattica a distanza e limitare le presenze a scuola?

“La nostra priorità è scuole aperte in sicurezza. Al momento soprattutto per quanto riguarda le superiori, ci sono giornate dedicate alla didattica a distanza per via degli spazi, molti istituti hanno pianificato 1-2-3 giorni di lezione. C’è l’esperienza dei mesi precedenti, le scuole sono pronte ma l’intenzione è andare aventi in presenza ed in sicurezza”.

Si sta ragionando anche su dei test da fare direttamente nelle scuole?

“Siamo la prima Regione che ha aperto ai test sierologici nelle scuole per aiutare ragazzi ed insegnanti. Abbiamo stabilito per primi un gruppo di contatto diretto tra ASL e scuole. Nel momento in cui ci saranno disposizioni governative in tal senso saremo pronti ad attuarle immediatamente perché il tema della salute è fondamentale”.

ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO!