ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Jacopo Volpi: “Mancini ha saputo valorizzare Pellegrini, Fonseca dovrà riuscire a fare lo stesso”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Jacopo Volpi: “Mancini ha saputo valorizzare Pellegrini, Fonseca dovrà riuscire a fare lo stesso”

Jacopo Volpi, giornalista RAI, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 all’interno del programma “Crossover“. Queste le sue parole:

Come procede il percorso della Nazionale? 
“Eravamo tutti euforici, ma nelle ultime due ho visto qualche mezzo passo indietro. Qualcosa è mancato, rimane il grosso problema dell’attaccante. In italia Immobile e Belotti segnano e danno spettacolo, ma pagano qualcosa in ambito internazionale, perché il livello sale e soffrono un pó. Non c’è un piano B, Mancini ha anche aspettato Balotelli. Poi la squadra a centrocampo è andata in sofferenza, Jorginho sembra in fase calante, Locatelli invece è in gran forma, lui dovrebbe avere chiavi centrocampo. Chiesa non è in forma, i migliori sono stati Florenzi (che la Roma non ha più voluto) e Spinazzola”.
In vista dell’Europeo, credi che il campionato possa offrire qualcosa di diverso a Mancini?
“Il gruppo è questo, potrebbe esserci qualche sorpresa, Caputo ad esempio può diventare importante non per 90minuti, ma entrando a gara in corso. Se il centrocampo torna in forma, i problemi potrebbero rimanere i due laterali e la punta”.
Queste due partite ci hanno riconsegnato un Pellegrini diverso in ruolo diverso. Pensi possa aiutarlo per il salto di qualità?
“Ha giocato due ottime partite, ha fatto vedere con continuità cosa sa fare. Il problema è che ha dovuto fare di necessità virtù, a volte ha fatto anche il regista basso. Secondo me deve giocare più vicino possibile alla prima punta, è un giocatore da ultimo passaggio, bravo a portare il pressing, ma non lo vedo in quel ruolo. È la classica mezz’ala. Deve essere perno della squadra, non so a Roma come vorrà continuare a giocare, ma basso a centrocampo può andare in difficoltà, per esempio dietro due punte sarebbe perfetto. Ogni tanto la squadra va fatta anche in relazione ai giocatori che hai”.
La qualità di Pellegrini è tale da riadattare le idee calcistiche di Fonseca?
“La Roma aveva messo sul mercato Veretout, accanto a lui c’era Diawara, bisogna recuperare Cristante, che è un ottimo giocatore. Preferirei Pellegrini più alto, con Veretout e Cristante bassi, puoi farlo in un 4231, ma credo ormai l’intenzione sia giocare a tre dietro”.
Su Dzeko? Lo abbiamo visto un po’ in difficoltà ad inizio stagione
“Sicuramente non è tranquillo, mette sempre grande impegno, ma dal centravanti ti aspetti gol. Aveva già le valigie pronte, ma la Roma non può permettersi di giocare senza di lui, anche quando non segna. Forse con Pedro, Mkhitaryan e Dzeko insieme manca un pó di equilibrio, i centrocampisti vanno in sofferenza con avversari che ti arrivano in superiorità numerica”.
ASCOLTO L’INTERVENTO COMPLETO!