CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Ricky Buscaglia (DAZN): “La Roma ha dimostrato una superiorità netta, mi piace molto il nuovo Fonseca”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Ricky Buscaglia (DAZN): “La Roma ha dimostrato una superiorità netta, mi piace molto il nuovo Fonseca”

Ricky Buscaglia, giornalista DAZN, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport nella trasmissione “Crossover“. Queste le sue parole:

Quali sono le sue impressioni sulla Roma di Fonseca in merito alla gara di ieri?

E’ stata una prova di qualità oltre che di forza. La Roma è una squadra che sta gestendo le energie, ieri ha dato la sensazione di andare a risparmio energetico, ma comunque si è dimostrata superiore ad un Genoa in difficoltà, dovuta in primis al Covid entrato in modo pesante nello spogliatoio: Zapata è il diciottesimo giocatore colpito dal Covid. La Roma resta comunque superiore anche senza il suo leader offensivo, ha saputo gestire le difficoltà anche nel momento in cui il Genoa è andato in pareggio. La squadra della capitale è forte e può ambire ad un posto in Champions League. Fonseca 2.0 si conferma un allenatore più aderente al calcio italiano rispetto a quello della prima stagione.

 Cosa ne pensa del cambiamento di Cristante per Borja Mayoral?

Borja Mayoral i novanta minuti non li avrebbe finiti, il Genoa doveva però cambiare qualcosa perché nel primo tempo si è consegnata alla Roma. Il loro cambio modulo ha suggerito a Fonseca spostare Mkhtaryan a falso nueve, questo ha mandato il Genoa in crisi e la Roma è andata sopra.  E’ stata una lettura di un allenatore che segna molto ma subisce meno dell’anno scorso.

Qual è il suo parere riguardo Lorenzo Pellegrini?

Pellegrini sa fare il suo ruolo, con Mkhtaryan  e Pedro ti puoi permettere Pellegrini sul palleggio. Ieri ha dato sostanza, ha capito che era il momento di rallentare ed andare più sull’orizzontale che sulla forzatura. Si sta calando nel suo ruolo sempre più.

E’ evidente che la Roma stia estremizzando l’uno contro uno in difesa soprattutto riguardo Mancini e Ibanez, ne ha avuto l’impressione anche ieri sul campo?

Questo concetto lo tiene Fonseca, è molto propositivo ma per farlo deve avere difensori che lo sanno fare, la difesa con la presenza di Smalling cambia parecchio anche se ieri l’errore più grande è stato suo, comunque riesce ad essere una garanzia per tutto il reparto. Mancini ed Ibanez riescono a tenere l’uno contro uno perché sono due atleti. La Roma ha concetti di gioco che mi piacciono, è una squadra intrigante quest’anno.

Che sensazioni ti danno le squadre che sono partite a rilento ma ai nastri di partenza puntavano alle prima posizioni?

Mi aspettavo di più dall’Inter, ci sta il rallentamento della Juventus dopo un cambio radicale in panchina. Mai come quest’anno la classifica è corta e la quota scudetto è bassa. Questo è un campionato Covid, chi avrà la rosa più “pulita” riuscirà ad arrivare più in fondo.

Che cosa ne pensa del caos tamponi in serie A?

E’ tutto negativo, questo va aldilà del calcio: da cittadino devo sapere se sono positivo o meno o se la mia positività cambia, è una questione più ampia. Dal punto di vista dello sportivo il problema va risolto, ma non è possibile che ci sia una differenza così grande di trattamento a seconda della regione in cui ci si trovi.

ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO!