CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Luca Telese: “Vergognoso quanto accaduto a Pellegrini, solo a Roma si bestemmiano gli dei”

CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Luca Telese: “Vergognoso quanto accaduto a Pellegrini, solo a Roma si bestemmiano gli dei”

Luca Telese, giornalista ed opinionista, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport nella trasmissione “Crossover“. Queste le sue parole:

Cosa ne pensa di quanto accaduto a Pellegrini?

“Secondo me è stato troppo buono con chi lo ha attaccato, questa città ha il brutto vizio di bestemmiare i suoi dei ma persone come Lorenzo in campo ci mettono l’animo. Roma ha tante anime però ne ha anche una cannibale, ho il terrore che questa gente anche se non ci fossero i social andrebbe a criticare, sono persone con un istinto distruttivo, amano insultare la Roma ma non amano la Roma.  Pellegrini per quello che sta dando non può essere processato per un azione di gioco che dura un secondo, non capisco da dove venga questo istinto autodistruttivo”.

Che rapporto ha lei con i social?

“Io rispondo a tutti e tutti possono esprimere la propria opinione, è il costo della democrazia. Io rispondo a tutti, devo tenere botta. Pellegrini si è sfogato ma ha anche avuto l’onestà e l’intelligenza a non aver ecceduto, ha chiesto scusa. Solo in questa città si bestemmiano gli dei”.

Un suo commento sul Cagliari?

“Il Cagliari ha fatto un grosso salto, ci sono stati molti investimenti, è una squadra divertente. Sembra che torni il Ninja, sono curiosa di vederlo. Io ho due case ed un cuore giallo rosso blu”.

Cosa ne pensa del vaccino per il Covid?

“Adesso abbiamo 11 vaccini, abbiamo invocato il vaccino per sei mesi ora che arriva inizia una battaglia ideologica. La gente che non sa nulla dei vaccini decide di fare una guerra ideologica sulla base del nulla”.

Sulle parole di Ricciardi e di Crisanti?

“Stiamo uscendo dalla crisi dopo un momento difficile, abbiamo preso le contromisure. Sappiamo che ci sarà una terza ondata ma il terrorismo di Ricciardi è deleterio, ci dicesse che ci sarà la terza ondata con l’intento di renderci consapevoli e pronti ad affrontarla non per spaventarci ulteriormente.Per Crisanti vale lo stesso che ho già detto per Ricciardi, ci devono avvertire di una terza ondata per tenerci preparati e non per terrorizzarci. Già dopo la prima sapevamo che ci sarebbe stata la seconda, se avessimo fatto più cose per questa ondata staremmo meglio, dobbiamo attrezzarci più e ci dovrebbero essere meno assessori che fanno jogging”.

La posizione di Italia Viva?

“Renzi spera che lo seguirà qualcuno insoddisfatto degli altri partiti. Lui propone un disegno non organizzato, fatto senz’ordine.  Preferirei qualcuno che seguisse una linea e prendesse delle decisioni rigide ma la maggior parte di questo governo vorrebbe una giunta di 40 virologi che ci dicesse cosa fare e ci andrebbe bene così”.

ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO!