ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Ivan Zazzaroni: “Alla Roma servirà una grande prestazione domani, la Juventus al momento è una squadra più forte”.

Ivan Zazzaroni, Direttore del Corriere dello Sport, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 all’interno del programma “Crossover“. Queste le sue parole:

Che idea si è fatto di quanto è accaduto tra Dzeko e Fonseca?

“La società ha preso la posizione del dirigente, la gestione complicata di questa situazione è dovuta all’inesperienza degli americani e di Tiago Pinto, entrambi però hanno tutelato la figura del tecnico e tutto si è risolto come doveva risolversi: Dzeko è rimasto e hanno messo apposto la situazione che riguarda la fascia da capitano e la possibilità di liberarlo a giugno. Fa parte dei contrasti del mondo del calcio. Tuttavia la Roma ha fatto un contratto di un certo calibro a Dzeko e perciò il bosniaco si dovrà impegnare soprattutto se spera di trovare a giugno una squadra pronta a fargli un contratto della stessa portata”.

Com’è stato fin qui il lavoro del mister Fonseca?

“Sono stata fatte scelte chiare per permettergli di lavorare bene, Fonseca ha una grande qualità che gli permette nei momenti di difficoltà di rialzare la testa, sabato sarà un grande test per lui, giocherà contro una Juve che ancora non si è risollevata, se dovesse fare risultato la classifica si farebbe interessante”.

Un giudizio sul lavoro di Guido Fienga?

“Credo che per uno che non si sia mai occupato di calcio ha fatto delle cose importanti: ha favorito il cambio di proprietà, ha lavorato bene obiettivamente anche senza un direttore sportivo, infine è riuscito a vendere molti giocatori e a ridurre gli stipendi”.

Cosa si aspetta dal match di sabato?

“La Roma è una squadra imperfetta che ha due evidenti lacune, l’esterno basso e il portiere, a destra Karsdorp sta facendo il massimo che può, in porta Mirante e Pau Lopez non sono Szczesny. E in rientro El Shaarawy ma non so in che condizioni sia, però può aiutare molto soprattutto Dzeko. Il centrocampo della Roma mi piace, davanti si può migliorare, dietro ci sono dei problemi”.

In che momento è la Juventus?

“La Juve è una squadra più chiara, definita e stabilizzata. Indipendentemente dal fatto che il match si giochi a Torino o a Roma serve una grande prestazione, servirebbe il miglior Dzeko o un miracolo di Mayoral”.

ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO!