ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Massimo Caputi: “La Roma ha una propensione naturale al calcio europeo. In questo momento il club sta lottando sia dentro che fuori dal campo”

ESCLUSIVA CENTRO SUONO SPORT 101.5 | Massimo Caputi: “La Roma ha una propensione naturale al calcio europeo. In questo momento il club sta lottando sia dentro che fuori dal campo”

Massimo Caputi è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 all’interno del programma “Crossover“. Queste le sue parole:

Il quadro che emerge negli ultimi giorni è di una Roma schierata contro i vertici del calcio italiano. Il club deve lottare dentro e fuori dal campo, ma sono due questioni diverse e tutto questo non deve far perdere energie alla squadra che ha il dovere e il compito di concentrarsi sugli obiettivi sportivi: il passaggio del turno in Europa League e poi la sfida decisiva contro il Napoli di domenica.

La Serie A è molto combattuta ed ora che è il momento decisivo della stagione non sono ammessi passi falsi. Non mi aspettavo la sconfitta della Roma a Parma, ero convinto che sarebbe stata una gara complicata ma non pensavo che finisse in quel modo. La squadra mi è sembrata un po’ presuntuosa tatticamente e ha pagato con il gol inziale. C’è una profonda differenza tra il girone di andata e quello di ritorno perché i punti pesano di più e le squadre medio-piccole sono molto più agguerrite.

Questa sera la Roma dovrà giocare senza pensare al risultato dell’andata. Servirà concentrazione tattica e attenzione massima. Lo Shakthar concederà qualcosa ma partirà sicuramente molto forte.

Penso che la rosa sia stata gestita molto bene da Fonseca, non credo che la squadra stia pagando sotto il profilo fisico bensì sotto quello mentale. Fonseca sta facendo un ottimo lavoro, gli unici appunti che posso fargli sono quelli di una eccessiva spregiudicatezza tattica in alcune partite e qualche approccio sbagliato in gare decisive. Le assenze chiaramente pesano, ci sono stati molto infortuni e la Roma in questo momento li sta pagando tutti.

Una grande squadra deve saper giocare sia in Europa che in campionato e non può scegliere di puntare su una sola competizione.
La Roma ha una propensione naturale al calcio europeo, stiamo parlando di una squadra che sta crescendo e si sta costruendo, ha un’identità di gioco importante che l’ha portata a questo punto della stagione in lotta per due obiettivi su tre”.

ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO!