Home News Roma Roma Spezia 2-0 tre punti Per i Giallorossi, Mourinho Poco convinto

Roma Spezia 2-0 tre punti Per i Giallorossi, Mourinho Poco convinto

138
0

Smalling e Ibanez firmano il successo della squadra di Mourinho, che nel finale perde per doppia ammonizione Afena-Gyan

Roma, 13 dicembre 2021 – L’allievo non batte il maestro: a spuntarla all’Olimpico è la Roma di José Mourinho, che batte 2-0 lo Spezia di Thiago Motta grazie alle reti, una per tempo ed entrambe nate dagli sviluppi di corner, di Smalling e Ibanez. Grazie alla difesa, spesso proprio il punto debole, i giallorossi riescono a rialzare la testa dopo le sconfitte contro Bologna e Inter salendo a 28 punti, con tanto di aggancio in classifica alla Juventus. Tutto perfetto quindi? In realtà no, perché in pieno recupero Afena-Gyan si becca il secondo giallo per essersi aiutato con la mano in occasione di un tris che sarà poi annullato dalla squadra arbitrale.

Roma Spezia 2-0 Rivivi le fasi di cronaca

Primo tempo

La Roma passa in vantaggio praticamente al primo affondo: è il 6′ e Borja Mayoral guadagna un corner, battuto da Karsdorp e capitalizzato dalla sponda perfetta di Abraham per il colpo di testa vincente di Smalling. Al 25′ il protagonista è proprio l’attaccante inglese, servito da un tacco di VinaProvedel è costretto a rifugiarsi in angolo. Al 31′ ancora Abraham prova ad arrotondare il bottino dei giallorossi, ma la sua rovesciata su cross di Mkhitaryan non è precisa. Le prime tracce di Spezia si vedono al 35′, quando Reca dialoga in velocità con Kiwior (subentrato all’infortunato Sala) e tira: Rui Patricio respinge con i pugni. L’asse tutto in salsa polacca si ripropone al 44′, ma stavolta la precisione non è di casa e la sfera di spegne sul fondo facendo calare il sipario sul primo tempo sull’1-0 per la Roma. Prima però c’è spazio per una clamorosa occasione fallita da Abraham per trovare il raddoppio: in pieno recupero il palo nega la gioia all’inglese e sulla ribattuta Nikolaou sventa il tap-in di Veretout.

Secondo tempo

All’alba della ripresa a provarci per ben due volte è Manaj: in un caso la mira è sballata, in un altro servono i guantoni di Rui Patricio per evitare il peggio. Peggio che per l’Olimpico non si materializza, visto che al 56′ Ibanez incorna in rete un calcio d’angolo battuto da Veretout. Al 62′ lo Spezia riapre i giochi con Manaj: la bandierina del fuorigioco tuttavia vanifica tutto. Al 74′ gli ospiti, seppur ancora sotto di un doppio svantaggio, almeno evitano di incassare il tris grazie a Provedel, perfetto nel neutralizzare la botta da distanza ravvicinata di Abraham. Sul ribaltamento Rui Patricio non è da meno sulla punizione calciata da Bastoni: all’82’ quest’ultimo arma il colpo di testa di Amian, che non trova la porta. Al 93′ per la Roma arriva il colpo del tris: a firmarlo è Afena-Gyan, ma non solo la rete viene annullata, ma poi il ghanese, già ammonito, viene anche espulso per aver toccato la sfera con la mano. Un neo che non basta a rovinare la serata della rinascita della Roma di Mourinho contro il suo ‘allievo’ Thiago Motta.

Tabellino

Roma (3-5-2): Rui Patricio; Smalling (19′ st Diawara), Kumbulla, Ibanez; Karsdorp, Veretout (45′ +2 st Bove), Cristante, Mkhitaryan, Vina; Abraham, Mayoral (18′ st Felix Afena-Gyan) (87 Fuzato, 63Boer, 13 Calafiori, 60 Ndiaye, 14 Villar, 55 Darboe, 59 Zalewski, 14 Shomurodov). All.: Mourinho. 

Spezia (3-5-2): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou; Gyasi, Kovalenko (8′ st Agudelo), Sala (16′ pt Kiwior), Maggiore (8′ st Bastoni), Reca; Manaj, Strelec (8′ st Verde). (1 Zoet, 40 Zovko, 20 Bastoni, 15 Hristov, 21 Ferrer, 77 Bertola, 10 Verde, 19 Colley, 39 Nguiamba, 31 Sher). All.: Thiago Motta. 

Arbitro: Prontera di Bologna. 

Reti: nel pt 5′ Smalling, nel st 11′ Ibanez. Angoli: 8 a 4 per la Roma. Recupero: 2′ e 3′. Espulsi: Afena-Gyan per doppia ammonizione. Ammoniti: Vina, Kumbulla e Gyasi per gioco falloso. Spettatori: 44.844.

lo Scrive ilgiallorosso.it

Previous articleJosé Mourinho: “Mi sono piaciuti i due gol da corner e il risultato, ma non come abbiamo giocato. Vediamo se riusciamo a recuperare Smalling, Ibanez e Zaniolo”
Next articleKumbulla: “Tre punti importanti”. Poi il messaggio per Tommaso: “Siamo tutti con te”