Home Esclusiva A Trigoria uno dei titolari non è vaccinato. La sua identità non...

A Trigoria uno dei titolari non è vaccinato. La sua identità non è stata rivelata, ma sui social scoppia la bufera

477
0

Mourinho e i dirigenti della Roma attendono le decisioni del governo sull’obbligo vaccinale. Incrociano le dita, ormai stremati da un pressing fin qui infruttuoso. Capita infatti che a Trigoria, oltre a tre positivi conclamati, ci sia un No Vax. Un calciatore ormai finito al centro di una tempesta social.

Il club cerca di proteggerlo. Il tecnico portoghese ha provato in ogni modo a convincerlo, a fargli abbandonare le proprie convinzioni. Lo ha invitato a più riprese a inocularsi il siero che permetterebbe a tutto il club di tirare un sospiro di sollievo e smettere di seguire le evoluzioni del dibattito politico sulle misure anti-contagio. Fatto sta che l’atleta in questione fino ad ora ha rispedito al mittente ogni proposta.

Un bel problema. Già, perché il No Vax è un titolarissimo, dunque una pedina fondamentale considerata la rosa non ampissima a disposizione del tecnico portoghese. E, se a palazzo Chigi alla fine dovessero scegliere la linea dura e imporre lo stop agli sportivi non vaccinati, la Roma si ritroverebbe con un buco da coprire al più presto. Forse già nel tradizionalmente complicato mercato di gennaio. Impossibile ottenere conferme sull’identità del calciatore. Questione di privacy, si fa notare da giorni dalla società.

Come detto, però, nella capitale che vive di pallone 24 ore su 24 c’è già chi ha emesso la propria sentenza. In attesa della ripresa del calcio giocato, i tifosi romanisti si sono dati subito alla caccia del No Vax. Nel mirino, senza attendere note o versioni ufficiali della Roma, hanno messo Chris Smalling e sua moglie Sam. Altro che riservatezza.

Da tre giorni le pagine Instagram del difensore inglese e della compagna sono un continuo di inviti a vaccinarsi e di insulti. Nei commenti c’è spazio anche per chi sostiene le teorie del complotto contro la campagna vaccinale anti-Covid: “Tieni duro, la libertà va difesa prima di ogni cosa“. La maggior parte degli interventi, tra una bestemmia e l’altra, è però Pro Vax: “Ao, daje. Fatte er vaccino che sennò stamo in mezzo a una strada dietro“. Peggio va alla compagna, che a quanto pare è in qualche modo ritenuta colpevole della situazione dal popolo social. I commenti si fanno minacciosi: “Fai vaccina’ tuo marito, sinnò te e lui sparite da Roma“.

I fan più inviperiti rivangano nel passato della coppia. “Ci mancava er vegano No Vax che vede gli ufo“, sintetizza un tifoso ricordando la dieta scelta dagli Smalling e l’episodio di quest’estate. In vacanza in Giamaica, a inizio giugno Sam aveva raccontato su Instagram di aver visto un oggetto volare sopra la sua testa e quella del marito per un’ora: “Giuro che non eravamo sotto l’effetto di funghetti magici o cose del genere“. Ora è il momento della gogna 2.0, innescata anche dai post della compagna del difensore sui vaccini che Instagram bolla come “parzialmente falsi”. La Roma guarda alle decisioni del governo Draghi, Mou prova a convincere il suo No Vax, il club ne protegge la privacy. Ma sui social ormai è bufera.

La Repubblica.

Previous articleMou e Pinto in pressing sul No Vax. Mayoral contagiato: i positivi sono due
Next articleFulvio Collovati: “La Roma deve fare risultato con le grandi, così traccerà il suo destino”