Home Esclusiva Marta Carissimi (DAZN): “La Juventus è favorita per lo Scudetto ma la...

Marta Carissimi (DAZN): “La Juventus è favorita per lo Scudetto ma la Roma può ancora farcela. Emilie Haavi? Giocatrice imprevedibile”

177
0

Marta Carissimi, commentatrice di DAZN, è intervenuta in esclusiva ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5 durante la trasmissione Crossover. Queste le sue parole:

Si è disputata la prima partita dell’Italia femminile nell’Algarve Cup, dove ha trionfato per 1-0 contro la Danimarca, che prospettive ha la Nazionale in questa competizione?

“L’Italia ha disputato una buona prestazione contro la Danimarca, che aveva collezionato tante assenze. E’ stato un ottimo inizio anche in vista dello scontro con la Norvegia, vedremo se andrà avanti. Questo è uno dei tornei in cui le nazionali cercano di far fare esperienza alle giocatrici, in particolare a quelle che giocano meno”.

Anche tu hai giocato in Nazionale, che cosa ti porti dietro di quell’esperienza?

“E’ un orgoglio giocare per la propria nazionale e avere la possibilità di confrontarsi sia con le giocatrici del proprio paese che con quelle estere. Si prova anche una grande responsabilità poiché rappresentiamo il movimento del calcio femminile. Le esperienze sportive sono formative, ti fanno crescere sia come atleta che come persona. Ho affrontato successi e frustrazioni e tutto questo te lo porti dentro, come dico sempre Il calcio è lo specchio della vita”.

Spostandoci sulla Serie A , la Juventus al momento è prima in classifica, credi che ci potranno essere sorprese nel finale di stagione anche dovute alla vicinanza di Roma e Sassuolo?

“Penso che stiamo assistendo ad un campionato equilibrato che sta migliorando sotto il profilo tecnico tattico. Vi è un gap sempre più sottile tra le diverse posizioni in classifica. La Juventus era la favorita ai nastri di partenza, sia per la storicità della squadra che per la rosa a disposizione. La Roma ha ottima squadra e sta crescendo tanto. In questa finestra di mercato hanno perso Swabi  ma ci sono state anche tante giocatrici in entrata, una tra tutte Emilie Haavi, che si è messa in mostra da subito molto bene. Ad oggi, fino a che la matematica non decreta una vincente, è tutto aperto. Tra la Juventus e la Roma ci sono 6 punti, a questo punto del campionato sono ancora recuperabili ma dall’altra parte restano ancora un buon vantaggio per le bianconere”.

Il prossimo mese ci saranno i quarti di finale di Champions League dove vedremo la juve, unica squadra presente del campionato italiano incontrare il Lione, le squadre italiane hanno raggiunto un livello tale da poter essere competitive anche a livello europeo?

“Le squadre europee ad oggi sono superiori a quelle italiane perché hanno una storia più lunga, prima fra tutte il Barcellona, anche quest’anno favorita per la vittoria. La Juventus finora ha disputato un ottimo percorso che gli ha permesso di raggiungere i quarti, tutto è possibile ma in questo momento è favorito il Lione. L’Italia si sta avvicinando ai livelli delle campionesse europee e questo sarà sempre più importante perchè attrarrà anche le giocatrici estere nel nostro campionato”.

Analizzando il calcio femminile e guardando anche il mercato si ha l’impressione che si ricerchino giocatrici con il guizzo e che siano capaci di saltare l’uomo generando pericolo in area, quanto effettivamente è così e quanto in questo il calcio femminile si sta avvicinando al maschile?

“Si cercano giocatrici utili al tipo di gioco della squadra. La Roma con l’acquisto di Haavi ha trovato una giocatrice che non aveva, anche se ha campionesse con altre caratteristiche. Lei è imprevedibile, sa fare dribbling nello stretto ed è brava a creare superiorità numerica in campo aperto. Non si ricercano solo questa tipologia di giocatrici ma tutte quelle che entrino nel gioco e diano qualcosa di diverso, così come accade nel calcio maschile”.

Redazione

Previous articleRoma-Hellas Verona: arbitra Pairetto
Next articleAndrea Mandorlini (ex allenatore Verona): “Mourinho può migliorare questa squadra. La Roma dovrà stare molto attenta col Verona”