Home Esclusiva Simone Tiribocchi: “Con l’Atalanta è l’ultima occasione per guadagnarsi la Champions. Zaniolo...

Simone Tiribocchi: “Con l’Atalanta è l’ultima occasione per guadagnarsi la Champions. Zaniolo e Abraham devono stare in questa squadra”

331
0

Simone Tiribocchi, ex calciatore e commentatore di DAZN, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5,durante la trasmissione Crossover. Queste le sue parole:

Che gara ti aspetti domani?

“Domani sarà una bella partita, sarà l’ultimo treno per agganciare la zona Champions League. L’Atalanta, visto il match di andata, vorrà la rivincita. La squadra di Gasperini non cambierà dal punto di vista tattico, giocherà uomo a uomo. La Roma probabilmente cercherà la profondità lavorando sulle seconde palle. Sarà da capire che modulo sceglierà la Roma e se tornerà sui giocatori di un certo calibro o puntare ancora sui giovani”.

Che cosa ne pensi di Nicolò Zaniolo?

“Zaniolo è un giocatore importante, è idoneo al ruolo che gli ha dato Mourinho soprattutto se difende a tre. Ti da profondità, alla Roma mancava un giocatore così davanti. Lui deve esserci in questa squadra”.

Ti sorprenderebbe vedere qualche giovane in campo domani?

“Mi sorprende Zalewski nel ruolo di esterno sinistro, è un giocatore di qualità negli ultimi 30 metri, era un po’ bloccato inizialmente ma poi ha dimostrato tanta dedizione. Questa sarà una partita molto fisica ed il tecnico metterà i giocatori più forti. La squadra deve riguadagnare punti non solo per la classifica ma anche per la zona Champions”.

Con l’intero reparto del centrocampo a disposizione chi sono i due centrali su cui punterebbe Mourinho?

“La Roma deve giocare con un centrocampo più forte, serve più qualità e densità in fase difensiva. Sarebbe bello vedere insieme Pellegrini, Oliveira, Veretout e Cristante. Veretout sa giocare a tutto campo, gioca bene in fase difensiva e sa accompagnare l’azione. Questa stagione si è fermato sotto il profilo dei numeri però da interno di centrocampo può fare bene”.

Un tuo giudizio su Mancini ed Abraham?

“Mancini è un buon giocatore ma non ha fatto quel passo in avanti che gli serviva. E’ forte fisicamente ma non ha grande lucidità, fa letture individuali pensando di arrivare sulla palla e spesso non è così. Abraham ha fatto una stagione straordinaria, ha segnato tanti goal e realizzato diversi assist, ma soprattutto gioca per la squadra. E’ stato criticato all’inizio ma ha sempre lavorato. Deve diventare più efficace nei movimenti”.

Redazione

Previous articleAndrea Nuti (ex collaboratore Mourinho): “Ogni cosa che dice è per proteggere la squadra” 
Next articleLeandro Cufré: “Questa piazza ha bisogno di una coppa, ma per vincere è necessaria la grinta”