Home News Roma Mourinho: “Abbiamo voluto fortemente la finale di Conference League. Prima però c’è...

Mourinho: “Abbiamo voluto fortemente la finale di Conference League. Prima però c’è il Torino”

114
0

José Mourinho, allenatore dell’AS Roma, ha rilasciato un’intervista a Sky Sport.

Che significato ha questa finale? “Per me ha lo stesso significato delle altre, non cambia anche se la storia e il prestigio delle competizioni è diverso. Questa per me è la più importante di tutte perché le altre sono state già giocate e questa bisogna giocarla e vincerla”.

Ha un significato anche nel percorso di crescita? “14 partite già giocate, la finale sarà la quindicesima. Abbiamo iniziato ad agosto, anche prima del campionato. Abbiamo viaggiato tanto, giocando partite difficili soprattutto in trasferta. Poi è arrivata l’emozione della fase ad eliminazione dove ci siamo qualificati al 90esimo ad esempio contro il Vitesse. Poi abbiamo pagato le conseguenze in Serie A, pagando in punti le partite arrivate a tre giorni dalle partite di Conference. Quando guardo la classifica di Serie A vedo subito le partite di giovedì e gli errori arbitrali. E’ stata una competizione dura e per avere una compensazione bisogna vincere la finale”.

Si aspettava un viaggio così? “Il Trabzonspor? Sapevamo che sarebbe stata difficile, così come sapevamo che sarebbe stato difficile affrontare le squadre retrocesse dall’Europa League. La semifinale contro il Leicester è un grande esempio di questo. Noi però abbiamo giocato ogni partita di Conference con serietà ed ambizione, cercando di arrivare in fondo”.

Il Feyenoord in Portogallo in ritiro: “E’ un grande vantaggio per loro. Noi dobbiamo giocare una gara importante contro il Torino e ne abbiamo giocata un’altra importante contro il Venezia. Difficile risparmiare i giocatori mentre loro hanno finito il campionato e stanno lavorando tranquillamente in Portogallo. In finale bisogna dimenticare questi piccoli problemi ed essere consapevoli che tutti vorrebbero giocarla. Il significato più grande però è vincerla e bisogna dimenticare questo loro vantaggio”.

Previous articleAbraham: “Le finali si vogliono sempre giocare e vincere, noi vogliamo farlo per il club e per la città”
Next articleLeo Di Bello (SkySport): “Mourinho farà la differenza in questa finale di Conference League”