Home A Tutto Sport Spugna: “Ho consolato le ragazze, ma abbiamo fatto una grande partita. Vogliamo...

Spugna: “Ho consolato le ragazze, ma abbiamo fatto una grande partita. Vogliamo crescere ancora”

152
0

Non nasconde la delusione Alessandro Spugna per la Coppa Italia sfumata all’ultimo secondo. Il tecnico della Roma Femminile ha parlato dopo la sconfitta per 2-1 con la Juventus in conferenza stampa:

C’è rammarico?
“Chiaro, abbiamo fatto una buona gara per 80 minuti. Non siamo riuscite a fare il colpo del ko, poi basta un episodio e la partita ti gira a tuo sfavore… Nonostante ciò, voglio fare i complimenti alle mie ragazze per la stagione”.

Il futuro?
“Dobbiamo ripartire da qua e migliorarci, dobbiamo avvicinarci a loro. Sono fortissime, ma anche noi abbiamo alzato il livello”.

Gli schemi?
“Abbiamo provato a cambiare qualcosa. Abbiamo cercato di buttare la palla in avanti per la testa di Haug, andando vicino al pareggio che ci avrebbe portate ai supplementari. Ci fa capire che stiamo crescendo tanto. Ci passerà”.

Ora si pensa alla Champions League?
“Sì, vanno fatti i complimenti alle ragazze, società e staff. Sono arrivato e ho trovato un ambiento in grado di fare le cose per bene. Speriamo di arrivarci bene, ma faremo di tutto per riuscirci”.

Che le ha detto Bavagnoli?
“Ci ha fatto i complimenti. Ci aiuta da tutto l’anno, è una grande persona. Dobbiamo fare qualcosa per migliorarci, ma le ragazze hanno fatto uno step importante e si sono avvicinate tanto al livello del calcio italiano. Proveremo a raggiungere anche quello europeo”.

Che cosa ha detto alle ragazze o le cosa dirà?
“Ho cercato di consolarle, erano in lacrime perché ci tenevano tanto. Hanno fatto una grande partita e sarebbe stato bellissimo portare a casa questo trofeo e mi girano. Dobbiamo analizzare tutto questo per ripartire nella prossima stagione per migliorarci ancora”.

Martina Stella

Previous articleFormula 1, GP di Spagna: doppietta Red Bull. Out Leclerc, quarto Sainz Jr.
Next articleMontemurro: “Abbiamo sbagliato tanto, darei un sei e mezzo alla mia squadra. La Roma è un grande club”