Home A Tutto Sport Tennis, Queen’s: Matteo Berrettini si conferma campione e si candida tra i...

Tennis, Queen’s: Matteo Berrettini si conferma campione e si candida tra i favoriti per Wimbledon

18
0
LONDON, ENGLAND - JUNE 19: Matteo Berrettini of Italy celebrates with the trophy after winning against Filip Krajinovic of Serbia during the Men's Singles Final match on day seven of the cinch Championships at The Queen's Club on June 19, 2022 in London, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Seconda affermazione consecutiva del tennista romano sui campi londinesi che allunga a 9 la striscia di vittorie consecutive su erba

Matteo Berrettini vince il torneo londinese del Queen’s superando in finale il serbo Filip Krajnovic con il punteggio di 7-5 6-4. Il romano, dopo la vittoria della scorsa settimana in Germania si ripete a Londra dove aveva trionfato nella scorsa edizione. Questa vittoria porta Berrettini di diritto tra i grandi del tennis e tra i favoriti per il prossimo Wimbledon. Solamente in sette (Hewitt, Roddick, Murray, Lendl, Becker, Connors e McEnroe, tutti ex-numero 1) sono riusciti nell’impresa di vincere per due anni consecutivi il torneo della Regina e tra questi ora figura anche Berrettini. Nel corso del torneo il numero 1 azzurro ha perso solamente un set al secondo turno con l’americano Kudla, dopo l’esordio convincente con Evans. In quarti parte male contro un ottimo Tommy Paul ma riesce a riprendere il primo set partito sotto 3-0 e chiudere in due. Meno problemi in semifinale contro l’olandese Van de Zandschulp e in finale contro Krajnovic. Berrettini si è dimostrato più solido e assoluto padrone dei suoi colpi, compreso anche uno straordinario rovescio a una mano.

Dopo la vittoria a Stoccarda e il trionfo al Queen’s salgono a 9 le partite consecutive vinte da Berrettini su erba. Una striscia che l’azzurro cercherà di allungare dalla prossima settimana a Wimbledon.

REDAZIONE

Previous articleMaurizio Compagnoni: “Frattesi è pronto per giocare in qualsiasi club italiano”
Next articleMassimo Caputi: “Alla Roma serve qualità, Frattesi è un profilo interessante”